Ciliegia di Marostica PDF Stampa E-mail
I Colli Berici e l'Alto Vicentino
Scritto da Damiano Savin   
ciliegia marostica 

CILIEGIA DI MAROSTICA IGP

La sua presenza nella nostra provincia sembra avere origini molto antiche e legate alla storica partita a scacchi giocata nel cuore di Marostica nel 1454. I primi alberi furono messi a dimorain quell’anno su ordine del suo governatore, Taddeo Parisio, il giorno delle nozze della figlia, contesa tra due cavalieri. Per evitare il duello che certamente sarebbe seguito, il governatore decise che la ragazza avrebbe sposato chi dei due avrebbe battuto l’altro in una partita a scacchi viventi. Nella piazza della cittadina si giocò così questa partita dove re, regine, alfieri, pedoni, torri e cavalli erano rappresentati da figuranti in carne ed ossa.

Chi vinse l’inedito duello sposò la giovane; chi perse ebbe invece in moglie, come premio di consolazione, la meno avvenente sorella del governatore. Proprio per ricordare quella sfida, il giorno delle nozze Taddeo Parisio diede ordine di piantare sull’intero territorio dei ciliegi.

CARATTERISTICHE TECNICHEciligia marostica

Famiglia: Rosacee

Periodo di produzione: la raccolta inizia alla fine di maggio (circa 60 giorni dalla fioritura) e si protrae fino a tutto giugno.

Superficie coltivata: circa 450 ettari.

Quantità prodotta: circa 6 mila quintali.

Pianta: la pianta della ciliegia è un albero dal tronco robusto che può arrivare anche a venti metri d’altezza. Solo per facilitare la raccolta viene potato a dimensioni più contenute.

Richiede un terreno che dreni bene l’acqua e con un ph variabile tra 6,5 e 8. Ha buona capacità di resistere alle basse temperature.

Varietà: le varietà di Marostica sono ora la Sandra precoce da nome del primo contadino che fece l’innesto, la medio-precoce di Roana, la Durona Romana, la tardiva Milanese, la Durone Rossa, la Morettina e la Biggareau, particolarmente resistente alla pioggia.

Caratteristiche nutrizionali: la ciliegia protegge il cuore ed ha effetti antidolorifici grazie agli antociani, sali presenti in grande quantità nel frutto maturo. Favorisce inoltre il controllo dell’ipertensione e della diuresi. Ha pochissime calorie, solo 38 ogni cento grammi di frutto e non ha colesterolo. È ricca di sali minerali (potassio, fosforo, calcio, magnesio, manganese, rame e zinco), di vitamine (in particolare la A e la C) e di polifenoli. Le ciliegie sono inoltre ricche di zuccheri ben tollerati anche dai diabetici.

PRODUZIONE

Nell’alto vicentino la coltivazione della ciliegia ha sempre ricoperto un’importanza notevole e ha da sempre caratterizzato l’ambiente paesaggistico. Si tratta di territori pianeggianti e collinari, fertili e ricchi di potassio che consentono di ottenere un prodotto dolce e gustoso.

 

Le più lette


Thumbnail
Pappardelle con crema di carote e rucola fresca
Primi  (16)
 
Thumbnail
Meringa svizzera
Impasti base  (14)
 
Thumbnail
Meringa ordinaria o francese
Impasti base  (14)
 
Thumbnail
Meringa italiana
Impasti base  (14)
 
Thumbnail
Meringa giapponese
Impasti base  (14)

Articoli

  • Lo storione cobice
  • I funghi di Costozza
  • Costo ricetta
  • La patata di Roveredo
  • Il prosciutto di Montagnana

L'Agroalimentare

#666
#666
#666

AGLIO DI VOGHIERA

AGLIO DI VOGHIERA Continua

#666

LO SCALOGNO DI ROMAGNA

LO SCALOGNO DI ROMAGNA Continua

#666
#666
http://chef4prof.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/939932RISO_DI_GRUMOLO_2.jpg
http://chef4prof.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/356406arance.jpg
http://chef4prof.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/302961moche.jpg
http://chef4prof.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/208069l___aglio.jpg
http://chef4prof.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/233858ulbo.jpg
http://chef4prof.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/454749Immagine9.gif
thumbnailthumbnailthumbnailthumbnailthumbnailthumbnail

Contenuti Multimediali

  • Sottovuoto
  • Cheesecake
  • Canestrelli